LADRO MORTO, IL GENERALE DIFENDE IL CARABINIERE:”L’APPUNTATO È SERENO, HA LA COSCIENZA A POSTO”

“L’appuntato è sereno, ha la coscienza a posto e sa di aver fatto il suo lavoro. La sua è stata una reazione a un’azione”. Così il generale Salvatore Favarolo, comandante regionale dei carabinieri, in visita al Comune di Monte San Giusto dopo i fatti di venerdì, quando a un militare in borghese è partito un colpo di pistola che ha centrato alla testa Klodjan Hysa, 35 albanese, ladro in fuga a bordo della Fiat Bravo rubata, con la quale tentava di investire i due carabinieri. Il 35enne è morto ieri, era andato subito in coma irreversibile. E’ quanto scrive Chiara Gabrielli per il Resto del Carlino.

Prima dell’incontro con Andrea Gentili, primo cittadino di Monte San Giusto, il generale ha incontrato l’appuntato che ha sparato. «Il fatto ci rattrista – sottolinea Favarola -, si tratta pur sempre di una vita umana, ma che comunque stava creando dei problemi alla collettività».

E il sindaco annuncia l’arrivo di due militari in più a rafforzare il presidio in paese dopo l’ondata di furti nelle abitazioni negli ultimi due anni. Presente anche il comandante provinciale Stefano Di Lulio.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!