Correttivi al riordino: Personale insoddisfatto e frustrato

“Esprimiamo piena condivisione a quanto espresso dal Generale Vecciarelli in audizione in commissioni congiunte di Camera e Senato, in merito al provvedimento correttivo di riordino dei ruoli.£ E’ quanto sottolineano i Delegati del COCER Esercito Pasquale Fico, Leonardo Mangiulli, Francesco Gentile e Antonino Duca.

“Il Capo di Stato Maggiore della Difesa sottolineando che allo stato attuale il provvedimento ingenera nel personale insoddisfazione e frustrazione esprime a pieno quanto rappresentato dai delegati della rappresentanza militare in questi mesi.

LEGGI ANCHE Marescialli sperequati, i Governi hanno fatto scelte scellerate dal 1995

Il provvedimento di correttivo al riordino, pur con un iniezione di risorse pari a 22 Milioni di euro per il Comparto Difesa, necessita di un chiaro intervento politico che modifichi l’attuale quadro normativo organico della Difesa e valorizzi l’esperienza del personale militare.

Chiediamo al Generale ed alla politica un ulteriore sforzo affinché nelle modifiche all’attuale provvedimento vi sia una chiara valorizzazione economica dei gradi e delle qualifiche apicali dei graduati, dei sergenti e dei marescialli, i quali dal 1995 ad oggi, hanno subito sperequazioni dovute alla differenza sostanziale d’impiego e di struttura tra le amministrazioni difesa e sicurezza.

Chiediamo – concludono i delegati – che vengano banditi concorsi straordinari in modo da recuperare le risorse allocate e non utilizzate nei concorsi banditi nel precedente riordino. Infine auspichiamo che nello stesso provvedimento si trovi soluzione definitiva al cambio nomenclatura dei gradi, problematica sollevata dal lontano 1999 e ancora non posta a soluzione.”

Leave a Reply

error: Content is protected !!