Luogotenente Fico Cocer Esercito, “bacchetta” gli onorevoli sui social durante l’audizione ed annuncia uno sciopero della fame per il Riordino delle Carriere

Il Luogotenente Pasquale Fico del Cocer Interforze durante l’incontro con il Ministro della Difesa ha sottolineato alcuni circostanze che ritiene migliorabili per quanto riguarda le associazioni sindacali militari: “Mi sono arruolato nel 1980, ho avuto la fortuna di conoscere molti colleghi grazie ai quali abbiamo avuto delle norme che ci hanno consentito di parlare oggi con Lei signora Ministro”.

Il Luogotenente Fico difendendo l’istituto della Rappresentanza Militare e chi si è battuto per averla, sottolinea” Buttare fango sulla rappresentanza militare anche per bocca del sottosegretario alla difesa Angelo Tofalo che si è permesso di postare sul suo profilo un video indegno ha fatto soffrire tantissimo le persone che credono nell’istituto della Rappresentanza Militare”.

Poi con riguardo a chi riveste la carica di delegato della Rappresentanza Militare e dirigente dell’associazione sindacale definendoli “signori dual use” sottolinea: “O fai il delegato Cocer o fai il sindacalista. Non puoi utilizzare la carica di delegato Cocer per perseguire un altro obiettivo. Io e i delegati Cocer che ci credono in questo cambiamento epocale dobbiamo lottare affinché venga applicato l’articolo 39 della costituzione perché benché Lei abbia dato degli assensi a queste associazioni sindacali, che rappresentano loro stessi o migliaia di persone, Le ricordo che l’articolo che Lei sta utilizzando era per autorizzare delle associazioni culturali o sportive.

L’intervento del Luogotenente Fico prosegue “bacchettando” gli onorevoli della Commissione Difesa.

“Faccia Lei di iniziativa governativa, prenda in mano la situazione perché non è possibile che mentre io sono in Commissione Difesa e guardo i parlamentari che uno alla volta se ne vanno o che stanno sui social dall’inizio dell’audizione. O l’on. Corda, presentatrice del disegno di legge (sulle associazioni sindacali ndr) mi posta dei commenti che ci pigliano per i fondelli, chiedo scusa per la parola però sto parlando con il cuore. Metta fine signora Ministro a questa campagna denigratoria messa in campo da ex delegati cocer non eletti che sparano contro la rappresentanza militare. Per concludere parlo del problema del riordino delle carriere. Lei ha detto che le risorse sono poche e troppo limitate, per quanto mi riguarda sono pronto a iniziare e Le comunico ufficialmente il mio terzo sciopero della fame in Suo sostegno fin quando il governo non stanzierà più risorse per sanare definitivamente le sperequazioni subite dai sottufficiali delle Forze Armate.