Poliziotto si toglie la vita con la pistola d’ordinanza

Prosegue impietosamente la strage silenziosa tra le lavoratrici e i lavoratori di polizia. I suicidi si susseguono con una cadenza impressionante. Una strage trasversale che interessa uomini e donne di tutte le realtà del comparto sicurezza e delle forze armate.

Suicidio 8 agosto a Trapani

Tragedia a Trapani dove un uomo si è tolto la vita. Si tratta di un agente di polizia stradale che ha esploso contro se stesso un colpo della sua pistola di ordinanza. Non si sa ancora nulla sul movente.Un dramma che si è consumato stanotte a Trapani e che si aggiunge ad un altro tentato suicidio che coinvolge un esponente delle forze dell’ordine. Qualche giorno fa infatti un poliziotto penitenziario aveva tentato di farla finita all’interno di un carcere.

Il suicidio tra gli appartenenti alle Forze di Polizia è una vera e propria emergenza, una condotta distruttiva, sintomo tragico di una profonda sofferenza interiore, di un disagio personale fatto di concause che si correlano a sofferenza della nostra esistenza quotidiana. C’è il desiderio disperato di dignità in un essere umano che sceglie il suicidio.

Soltanto due giorni fa si era tolto la vita un appuntato della Guardia di Finanza. Si tratta del 41° suicidio nelle forze dell’ordine dall’inizio dell’anno  il 13° in Polizia.

error: ll Contenuto è protetto