POLIZIA:AGENTE DENUNCIA INSALUBRITA’ DELL’ ARCHIVIO E VIENE TRASFERITO

Denuncia le precarie condizioni di sicurezza e salubrità del suo posto di lavoro al punto da spingerlo a ricorrere alle cure mediche: per punizione il ministero dell’Interno lo ha trasferito ‘”a Volterra, nel commissariato più decentrato della provincia di Pisa”.
E’ quanto rende pubblico la Cgil Funzione Pubblica e il sindacato di polizia Silp Cgil di Pisa sulla vicenda di un agente in servizio alla questura di Pisa poi trasferito.
La decisione, spiegano i rappresentanti sindacali, è stata presa dal ”ministero dell’Interno dopo una denuncia del lavoratore al sindacato relativa alle precarie condizioni di sicurezza e salubrità del posto di lavoro che pregiudicavano il suo stato di salute”.
I fatti risalgono all’estate scorsa quando l’agente in servizio all’archivio della questura di Pisa che congestionato dalla grande quantità di fascicoli, al punto di posizionarli sul pavimento per evidente mancanza di spazi negli appositi scaffali. ”Ciò – denuncia il sindacato – ha causato accumulo di polvere e pavimenti non completamente lavati, tanto da provocare una malattia all’archivista denunciata attraverso le organizzazioni sindacali. In risposta alle nostre sollecitazioni il collega è stato pretestuosamente assegnato al commissariato di Volterra”. Ora la Cgil, manifestando piena solidarietà al poliziotto, promette battaglie e vuole ”fare chiarezza sulle reali ragioni per le quali il ministero dell’Interno, su proposta del questore, ha deciso il trasferimento, nonostante che grazie alla denuncia del collega l’archivio ha beneficiato di interventi di manutenzione straordinaria che in buona parte hanno sanato quegli ambienti di lavoro”. Infine, Cgil Fp e Silp Cgil affermano che la prossima settimana ”la questura di Pisa sarà oggetto di un’ispezione ministeriale agli ambienti di lavoro della durata di tre giorni”.(ANSA).

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!