POLIZIA: CARENZA DI UOMINI ED ASSUNZIONI, ANCHE GLI AGENTI DI P.G. RICEVERANNO LE DENUNCE DI REATO

La
Polizia di Stato “sta cercando di trovare il modo di sopperire alla grave
carenza di ufficiali di Polizia Giudiziaria e ai gravi scompensi di organico
nel ruolo dei sovrintendenti e degli ispettori sovvertendo il codice di
procedura penale, ovvero autorizzando gli Agenti di Polizia Giudiziaria in
servizio presso le Questure a ricevere le denunce di reato al fine di
assicurare la mancanza di continuità dell’ufficio denunce, garantendo così
servizi primari per il cittadino che oggi non riesce a garantire. Manca solo la
circolare del Capo della Polizia che a breve dovrebbe sancire questa
disposizione”. E’ quanto afferma il Nuovo Sindacato di Polizia.

“Invece
di procedere allo sblocco immediato delle graduatorie assorbendo da subito
circa 9.909 idonei pronti a ricoprire il ruolo dei sovrintendenti, con un buco
di organico nei ruoli intermedi che supera le 24.000 unita (tra sovrintendenti
e ispettori) si sta decidendo per un “interpretazione esegetica
(così l’hanno chiamata) dei precetti di cui agli artt. 333 e 337 c.p.p.
imponendo al personale inserito nella qualifica di Agente di P.G., la redazione
di atti riservati per legge ad una qualifica superiore”.

“Se
vogliono risolvere il problema degli ufficiali di P.G – conclude il Nuovo
Sindacato di Polizia – che valorizzassero il personale invece di scaricare
illegittimamente responsabilità sul personale attribuendogli impropriamente
mansioni e responsabilità non dovute senza peraltro il corrispettivo economico
che spetterebbe”.

Leave a Reply

error: Content is protected !!