0
Shares
Pinterest Google+

“Il 2017 volge al termine e non possiamo non ricordarlo come l’anno del grande bluff per le Forze Armate e di Polizia.” E’ quanto commenta in una nota ad Infodifesa, il delegato Co.Ce.R. carabinieri Giuseppe La Fortuna. “Un abilissimo gioco delle tre carte (bonus – riordino – contratto) che ha mandato in fumo 1 miliardo di euro. Ad avere la carta vincente, ahimé, non sono stati di certo i carabinieri, che, paradossalmente, nonostante l’impressionante cifra spesa dal governo, da ottobre di questo anno, percepiscono meno rispetto all’anno precedente. Un’assurdità tutta italiana, spendere tanto per avere meno. E non lo diciamo ora che il danno è fatto. E’ oltre un anno che scrivo che questo riordino, così come partorito dallo Stato Maggiore, non doveva essere portato avanti.

Quello di cui aveva bisogno l’Arma, ed in genere le forze di polizia, era uno svecchiamento, risorse per nuove leve, finestre di uscita agevolate e pensioni dignitose. Ecco come poteva spendersi un miliardo di euro. O in qualsiasi altro modo, ma non di certo per una riparametrazione che non porta nessuno giovamento se non pochi spicci. Per non parlare dei ricorsi approdati nei tribunali ed il malcontento diffuso. Un riordino che ha generato solo polemiche e poche, pochissime, soddisfazioni e, non per essere retorico, ma sempre in capo ai soliti noti.

La beffa – prosegue La Fortuna – di fine anno arriva con i correttivi al riordino rivelatisi una bufala annunciata. L’unica possibilità che il Governo aveva di correggere il tiro sugli strafalcioni del riordino è di fatto di fatto naufragata con le speranze dei molti delusi dal riordino.

Con un riordino raffazzonato e insoddisfacente – conclude La Fortuna – non ci resta che alzare la guardia sul contratto. Le premesse, dopo anni di blocco, richiamano al solito gioco delle tre carte. Tra promesse, annunci elettorali e scarse risorse, rischiamo di portare a casa un rinnovo contrattuale misero ed inadeguato, l’ennesima scatola vuota ben impacchettata con tanto di propaganda, ma senza reale copertura economica.

Previous post

INTERCETTAZIONI TELEFONICHE, ECCO COSA CAMBIA PER LE FORZE DI POLIZIA. "VAGLIO CONVERSAZIONI PENALMENTE RILEVANTI"

Next post

PER GLI STATALI IN ARRIVO ARRETRATI TRA 370 E 712 EURO. PER MILITARI E POLIZIA PARTITA RINVIATA DOPO L'EPIFANIA