MILANO, SPACCIATORI SE NE INFISCHIANO DI POLIZIA ED ESERCITO. “STRISCIA” ALLA STAZIONE CENTRALE

Ancora un’altra aggressione.  Vittorio Brumotti, inviato di Striscia La Notizia, è stato vittima di un lancio di bottiglie di vetro e di pietre da parte di un gruppo di decine di pusher extracomunitari che insidiano la stazione centrale di Milano a tutte le ore del giorno.

L’inviato – si legge in una nota di Cologno Monzese – si trovava in stazione per un nuovo servizio sullo spaccio di droga. Dopo aver documentato la possibilità di comprare sostanze stupefacenti, anche in grosse dosi, Brumotti, armato di megafono, è tornato dai circa 50 pusher presenti per continuare la campagna contro lo spaccio già avviata in altre città (Bologna, Roma, Parma, Padova e Zingonia). A quel punto, la situazione è degenerata: gli spacciatori hanno lanciato una bottiglia di vetro e delle pietre, una delle quali ha colpito Brumotti alla gamba, e si sono scagliati contro due cameraman di Striscia. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie della polizia che hanno portato via due pusher, mentre gli altri sono riusciti a fuggire. Sabato sera Brumotti è tornato in stazione, dove ha ritrovato uno degli spacciatori già filmato nel pomeriggio.

La beffa dei delinquenti e l’impotenza delle forze di polizia, con l’esercito italiano schierato in stazione centrale spettatore inerme ogni giorno della spaccio in bella vista e del degrado.

Soltanto qualche mese da avevamo pubblicato il blitz degli agenti del Commissariato Garibaldi che avevano cercato, vanamente, di ripulire la piazza di spaccio della stazione centrale, controllando oltre 60 migranti ed accompagnandone 20 in Questura. Vi riproponiamo il video dell’operazione.