Ispettore di Polizia si denuda in pubblico nella piazza del paese e si lava nella fontana. Il Questore annuncia provvedimenti disciplinari

Un Ispettore capo della Polizia di Stato, di 49 anni, in servizio alla Questura di Lecco, è stato denunciato per atti osceni: l’episodio è avvenuito nella notte tra domenica 16 e lunedì 17 giugno a Morbegno.

Il poliziotto, che abita in Valtellina, era ubriaco quando si è avvicinato ad una fontana nella piazza del centro di Morbegno, si è svestito, sotto lo sguardo tra il divertito e lo sbigottito di parecchi passanti che hanno chiamato il 112 e così sul posto sono poco dopo intervenuti i Carabinieri che lo hanno invitato a ricomporsi e poi lo hanno accompagnato in caserma per identificarlo.

L’uomo, ancora sotto l’effetto dell’alcol continuava a sostenere che era un poliziotto e i Carabinieri credevano scherzasse o cercasse di evitare le conseguenze per il suo gesto. Quando è giunta la conferma telematica della identificazione è stato chiaro che si trattava proprio di un Ispettore capo della Polizia di Stato.

Inevitabile la denuncia con le accuse di atti osceni in luogo pubblico e ubriachezza. Il polizotto è anche stato multato anche per malgoverno di animali, perché stava passeggiando con il proprio cane che però era senza guinzaglio né museruola anche se è sempre stato tranquillo e vicino al suo padrone.

“Appena disporremo di tutti i documenti e da Sondrio ci verrà inoltrata la denuncia già in settimana avvieremo un procedimento disciplinare, perché un poliziotto che mantiene un comportamento non consono alla divisa che indossa sbaglia due volte, poiché disonora anche tutti i colleghi e la Polizia di Stato che rappresenta”, garantisce e spiega il questore. Il poliziotto, quando si è denudato e lavato le parti intime in mezzo alla strada, non indossava comunque la divisa né era in servizio, era di riposo e in giro per i fatti propri, come un qualsiasi privato cittadino e comunque non ha fatto del male a nessuno né ha importunato le altre persone.

Leave a Reply