Iran comunica: “Pronti ad arricchimento uranio al 20%”. Principale violazione accordi del 2015

L’Iran intende avviare l’arricchimento dell’uranio al 20%. Lo ha annunciato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, si tratta della più grande violazione degli accordi sul nucleare iraniano fino ad oggi. In base all’intesa del 2015 il livello di arricchimento dovrebbe restare sotto il 4%. Teheran ha iniziato a contravvenire agli accordi dopo che il presidente americano Donald Trump ha deciso l’uscita del suo Paese e ha imposto nuove sanzioni.

L’Iran ha informato l’ente dei suoi piani di arricchimento nella centrale di Fordow, che si trova in profondità dentro una montagna. L’Agenzia ha aggiunto: “La lettera dell’Iran non dice quando le attività di arricchimento inizieranno”. L’Iran ha violato il tetto del 3,67% di purezza nel 2019 ma i livelli di arricchimento erano rimasti stabili al massimo al 4,5%. L’aumento al 20% è stato approvato dal parlamento iraniano il mese scorso dopo l’omicidio dello scienziato numero uno del settore atomico nel Paese Mohsen Fakhrizadeh.

Leave a Reply

error: Content is protected !!