Il messaggio sui social, poi il suicidio. Il Comandante “Nessuno ha percepito il dramma che covava il maresciallo”

Un messaggio inquietante poi il tragico ritrovamento qualche ora più tardi nel piazzale di un’azienda nella frazione Fiammoi di Belluno dove prestava servizio.

Si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa con la pistola d’ordinanza, A.V. 51enne maresciallo della Guardia di Finanza originario di Falciano del Massico ed in servizio a Belluno. Il corpo del finanziere è stato ritrovato dagli operai di una ditta che lavorava presso l’aeroporto e che hanno scorto in un furgone il corpo del 51enne in via Candel dando l’allarme. Sono giunti sul posto i poliziotti della locale Questura. Poche ore prima il maresciallo della Finanza aveva lasciato un post su Facebook: “Chi mi conosce sa chi è l’unica responsabile. Tanti cari saluti a tutti”.

LEGGI ANCHE Pistoia, maresciallo della Finanza si uccide in caserma. In una email ad Infodifesa annuncia suicidio: “Ai miei funerali non voglio che ci sia la rappresentanza della guardia di finanza”

Non ha parole il comandante provinciale della Guardia di Finanza, il colonnello Dario Guarino: “Siamo tutti scossi davanti a quello che è accaduto, il maresciallo aiutante era nel nostro Gruppo di Belluno e viveva in provincia dal 1999”. Riporta il Corriere delle Alpi che sottolinea anche “Nessuno ha percepito il dramma che covava”.

Nella piccola cittadina di Falciano del Massico la tragica notizia è piombata come un fulmine a ciel sereno. A. V. era il figlio dell’ex sindaco della cittadina casertana.

error: ll Contenuto è protetto