ULTRÀ DENUNCIATO: UBRIACO ALLA GUIDA I TIFOSI CIRCONDANO LE FORZE DELL’ORDINE

È
successo ieri alle 6 al Monterosso, in viale Giulio Cesare. La pattuglia del
Nucleo radiomobile di Bergamo, due carabinieri contro una ventina di tifosi, ha
chiesto rinforzi per evitare che le tensioni degenerassero in qualcosa di
peggio.

Sono intervenute alcune pattuglie delle Volanti della questura che
hanno placato gli animi: alla fine tutto si è risolto e gli ultras se ne sono
andati.
Un
episodio che nulla ha a che fare con la partita di ieri a Genova: gli ultras
della Nord erano di ritorno da una festa, e in previsione di qualche bevuta di
troppo hanno pensato bene di affittare un pullman che li riportasse a casa.
Alla festa ha partecipato anche F. M., volto noto tra gli ultrà nerazzurri,
condannato nell’ottobre del 2006 a un anno e quattro mesi, con sospensione
della pena, per i tafferugli scoppiati allo stadio Rigamonti il 6 aprile del
2003 in occasione di Brescia-Atalanta (finita 3-0 per i padroni di casa).

I
militari l’hanno sottoposto al test dell’etilometro che è risultato positivo e
per lui sono scattati il ritiro della patente, la denuncia a piede libero per
guida in stato di ebbrezza e la sottrazione di 10 punti.