Ultimo atto del Ministro della Difesa uscente: saluto al Co.Ce.R. Interforze 

Il ministro uscente della difesa Lorenzo Guerrini ha voluto concludere il giro dei saluti istituzionali incontrando il Co.Ce.R. Interforze la mattinata di ieri.

Cordialmente si è ricordato il percorso fatto in questi anni. Come delegato del Co.Ce.R. Marina ho sentito il dovere di portare i saluti del personale rappresentato, riconoscerne la sensibilità umana prima ancora che istituzionale, e ricordare l’ottimo lavoro svolto in concertazione conclusasi lo scorso dicembre con la sottoscrizione dell’accordo. Ho confermato che rispetto alla legge che riconosce la rappresentanza sindacale (approvata lo scorso aprile) ci si aspettava molto di più. Ho rivolto la mia critica anche alla legge di revisione militare dalla quale ci si aspettava un blocco deciso dei tagli sul personale. Però al contempo ho riconosciuto che dei primi passi sono stati fatti.

Percorso che si speracontinui con il suo successore, il nuovo ministro Guido Crosetto già sottosegretario alla difesa, che si è sempre dimostrato rispettoso e predisposto all’ascolto nei confronti della rappresentanza militare.

Per la Guardia Costiera il personale si aspetta molto dal neo Ministro Matteo Salvini che conosce bene la realtà e le necessità di aumenti del personale nei vari ruoli. Inoltre sa anche bene le aspettative circa il riconoscimento delle funzioni di pubblica sicurezza ai fini della tutela fisica e giuridica e quindi per meglio operare.

Siamo sicuri che sia l’uscente che gli entranti continueranno a mantenere la rotta diritta non potendo non avere come riferimento la Costituzione e il tricolore.

Antonello Ciavarelli delegato Co.Ce.R. Marina – Guardia Costiera

error: ll Contenuto è protetto