TRENTA, NESSUN PERICOLO PER LA SICUREZZA: “PIÙ CHE TAGLI ALLA DIFESA, RAZIONALIZZAZIONI”

Dai tagli alla Difesa previsti dalla manovra, circa 500 milioni di euro, “non deriverà assolutamente alcun pericolo per la sicurezza”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, intervenendo alla presentazione del volume ‘1948-2018 I Carabinieri negli anni della Costituzione’, realizzato dall’Arma e dall’ANSA.

“Più che di tagli – ha puntualizzato il ministro – io parlerei di razionalizzazioni. In certi momenti ci sono delle priorità, ma ogni funzione strategica della sicurezza verrà mantenuta. Sicuramente bisogna razionalizzare la spesa”. Trenta ha poi ricordato che “esiste un piano di assunzioni nelle forze armate perchè è necessario rinnovare, il personale invecchia”.

‘Ci sarà donna generale, soldatesse bravissime‘:  “Prima o poi avremo una donna generale e questa è una certezza. Nel futuro le donne saranno sempre più pienamente integrate nelle forze armate”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, intervenendo alla presentazione del volume ‘1948-2018 I Carabinieri negli anni della Costituzione’, realizzato dall’Arma e dall’ANSA. “Le donne – ha sottolineato il ministro – hanno una maggiore sensibilità utilissima nelle missioni di pace e riescono ad essere soprattutto un elemento di risoluzione dei conflitti. Abbiamo bravissime soldatesse”.