TERREMOTO IN QUESTURA: AGENTI ARRESTATI PER CORRUZIONE, RAPINA E LESIONI

Terremoto in questura a Sassari. Due assistenti della squadra volante, Gianluca Serra e Marco Fenu, sono stati arrestati nella mattinata di oggi 18 agosto 2016 con l’accusa di corruzione e peculato e altri quattro appartenenti della Polizia di Stato indagati. Il gip si è riservato sull’applicazione della misura della sospensione dall’esercizio delle funzioni di pubblico ufficiale nei confronti dell’ispettore capo Pier Franco Tanca, accusato di falso in atto pubblico e false dichiarazioni al pm.

Nella stessa operazione, condotta dal sostituto procuratore Giovanni Porcheddu e dal procurartore capo Gianni Caria, sono state arrestate altre tre persone. Sono stati sottoposti a custodia cautelare in carcere Lorenzo Fiori (con l’accusa di corruzione) e Marco Sanna (per tentata rapina aggravata e lesioni aggravate) mentre agli arresti domiciliari è finito Fabrizio Pistidda (per tentata rapina aggravata e lesioni aggravate).

Le misure cautelari sono state firmate dal giudice per le indagini preliminari Michele Contini. L’indagine, durata diversi mesi, è stata coordinata dalla squadra mobile guidata dal dirigente Bibiana Pala.

Il Procuratore della Repubblica Gianni Caria ha espresso vivo apprezzamento per l’ottimo lavoro investigativo, nonostante le comprensibili difficoltà ambientali, svolto dalla dirigente Bibiana Pala e da tutto il personale della Squadra Mobile, e sottolinea la piena collaborazione nel corso delle indagini fornita dal precedente e dall’attuale questore di Sassari. (La Nuova Sassari)