QUATTRO SPACCIATORI SENEGALESI LANCIANO POLIZIOTTO DAL QUARTO PIANO. PRESO AL VOLO DAI COLLEGHI

Un gruppo di spacciatori, dopo una colluttazione con alcuni poliziotti, ha tentato di buttare un agente giù dal quarto piano di un palazzo. L’uomo è stato salvato in extremis da due colleghi che l’hanno afferrato praticamente al volo. L’episodio è accaduto lunedì 2 ottobre in Barriera di Milano.

I quattro spacciatori senegalesi hanno tentato di spingere nel vuoto il poliziotto che era intervenuto in un alloggio di via Leinì. I quattro africani sono poi finiti in manette: due hanno un permesso di soggiorno per motivi umanitari, gli altri sono irregolari.

“Quanto accaduto è di un gravità inaudita e sconcertante – dichiara Pietro Di Lorenzo, Segretario Generale Provinciale del SIAP-. Nella quotidiana lotta dei colleghi del Commissariato di zona contro spaccio e delinquenza stava per essere scritta una delle pagine più nere e tragiche: la morte di un poliziotto lanciato dal quarto piano di un palazzo. Solo la prontezza di riflessi dei colleghi e l’immediato intervento di numerose volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno salvato la vita del poliziotto”. “Quello che deve far riflettere – conclude Di Lorenzo – oltre alla gravità del fatto, indice di una assoluta mancanza di timore e rispetto verso le forze di Polizia, è lo status dei cittadini senegalesi arrestati.

Non è accettabile in alcun modo che si conceda accoglienza e tutele a chi cerca di uccidere un poliziotto e che si continui a permettere la permanenza in Italia a chi non ha titolo”.