Poliziotto accoltellato da un ventenne: lo aveva appena salvato dal suicidio

Ha accoltellato uno dei poliziotti che gli ha salvato la vita. E ‘successo la scorsa notte in un’abitazione del quartiere genovese di Marassi. L’aggressore è un ragazzo di 21 anni. A chiamare la Polizia sono stati i genitori del giovane, dopo che armato di coltello, aveva minacciato di uccidersi e ha cominciato a procurarsi delle ferite, tra cui una a forma di cuore sul petto.

All’arrivo dei poliziotti, a cui i genitori hanno dato le chiavi della stanza da letto in cui il ragazzo si era barricato, l’aspirante suicida si è messo a cavalcioni sulla finestra minacciando di gettarsi. In tre lo hanno trattenuto e lui, in evidente stato di alterazione, ha colpito con diversi fendenti un poliziotto che lo teneva per una gamba. Il poliziotto, 45 anni, sovrintendente in servizio alle volanti, è stato colpito al braccio e alla mano e riportato 15 giorni di prognosi.

Il ragazzo è stato arrestato per resistenza e lesioni aggravate e si trova al momento piantonato all’ospedale San Martino di Genova in prognosi riservata.

Aveva litigato con la fidanzata e per questo aveva deciso di farla finita il 21enne che ha accoltellato un sovrintendente di polizia che con altri colleghi lo ha bloccato mentre cercava di buttarsi da una finestra al terzo piano di un palazzo. I poliziotti a fatica sono riusciti a mettere in sicurezza il giovane. Oltre ai familiari, a far intervenire gli agenti, erano stati alcuni cittadini che hanno ascoltato l’urla della ragazza. Il giovane, di origine brasiliana, ha diversi precedenti di polizia sia specifici sia in materia di stupefacenti.