RAFFICA DI MITRA CONTRO CASERMA CARABINIERI DI SECONDIGLIANO. GENERALE DE VITA:”NON CI FACCIAMO INTIMIDIRE”

Secondo notizie in nostro possesso ad agire sarebbe stato un commando di quattro persone, giunto, probabilmente a bordo di scooter e motocicli. I colpi di arma da fuoco sono andati a segno sullo stabile dell’edificio e sulle auto private presenti nell’area.

Sul luogo sono intervenute diverse pattuglie dei militari dell’arma. Per fortuna non ci sono feriti.

“Non ci facciamo intimidire. L’azione di questa notte dimostra che la presenza dell’arma sul territorio è incisiva e che le continue martellanti operazioni danno fortemente fastidio e continueranno in maniera sempre più marcata”, spiega il generale dell’arma Antonio De Vita, che ipotizza che a sparare possano essere stati dei ragazzini.

In mattinata, poi, il generale Giovanni Nistri, comandante interregionale carabinieri «Ogaden» ha incontrato i militari dell’Arma della caserma di Secondigliano, esprimendo loro la vicinanza del comandante generale dell’Arma e la propria, ribadendo che i carabinieri «non si faranno intimidire da questo efferato atto».