POLIZIOTTI COSTRETTI A FARE LA COLLETTA PER LA CARTA IGIENICA

Non si sa se
dipenda o meno dai tagli alle risorse, fatto sta che, come in altri uffici
pubblici, anche i poliziotti pistoiesi sono
costretti a fare la colletta per comprare la carta igienica per i bagni della
questura.

A denunciare il fatto è il sindacato di polizia Coisp, per voce del suo
segretario generale provinciale Antonio Rovito: «Succede anche questo ai
poliziotti pistoiesi. Non sappiamo se anche la carta igienica rientri nei
“tagli” verticali del governo, ma la realtà è questa: siamo arrivati a
raccogliere i soldi, ognuno per il proprio ufficio, per poter acquistare la
carta».
Il sindacato spiega che tutto ciò accade nonostante l’ufficio preposto della
questura abbia regolarmente richiesto alla prefettura, in più occasioni,
l’acquisto di tale “materiale per l’igiene personale”.
«Addirittura – prosegue Rovito – la prima richiesta rivolta alla prefettura
risale al mese di maggio, ma ad oggi l’ufficio non ha ricevuto alcuna risposta,
per cui sino a quando la prefettura non autorizzerà l’acquisto della carta
igienica, noi, come avviene per alcuni oggetti di cancelleria, continueremo a fare
la colletta per sopperire alle mancanze governative».

Leave a Reply

error: Content is protected !!