Padre poliziotto difende il figlio, entrambi malmenati e presi a pugni da una baby gang

Doppia aggressione a Cividale con il coinvolgimento di una baby gang. Prima un giovane extracomunitario ha preso di mira un ragazzino in via Astolfo. A sedare la rissa è intervenuto il padre dell’aggredito. L’uomo di professione fa il poliziotto. Sembrava tutto finito, ma l’aggressore non è stato al gioco. Così si è allontanato dal luogo del primo incontro e ha organizzato una spedizione punitiva insieme a un gruppo di amici. L’intenzione era quella di colpire il padre, reo di essere intervenuto in difesa del figlio. La baby gang li ha inseguiti fino in piazza Resistenza, dove si trova un grande parcheggio. Qui è avvenuta la seconda aggressione, in questo caso da parte del gruppo, ai danni del padre poliziotto. Il fatto è stato denunciato ai Carabinieri della compagnia di Cividale, che stanno facendo le opportune verifiche. Per il momento è stato identificato il primo aggressore: si tratta di un ragazzo di 16 anni, di origine egiziana.

error: ll Contenuto è protetto