Cremona, baby gang accerchia e minaccia poliziotti e carabinieri per difendere l’amico «pistolero»

Non volevano che i poliziotti perquisissero l’appartamento dell’amico che, pistola soft-air in pugno, aveva sparato ad un ventunenne, ferendolo alla testa con due pallini di piombo, un ventunenne. Sotto casa li hanno accerchiati, insultati: «Sbirri di m. », spintonati e minacciati. Hanno tentato di danneggiare le auto della squadra mobile. Sono saltati sul mezzi dei […]

Leggi tutto
error: Content is protected !!