NIGERIANO FERMATO PER UN CONTROLLO, DEVASTA LA CASERMA E FERISCE I CARABINIERI

Continuano a dare risultati i continui pattugliamenti dei militari dell’Arma di Mestre nelle zone antistanti la stazione ferroviaria, nel rione Piave, luogo della maxi retata nello scorso mese di luglio. L’ultimo arresto risale alla notte tra mercoledì e giovedì, quando i carabinieri si trovavano impegnati in un servizio supportati dal IV Battaglione Veneto. All’atto di un normale controllo, un cittadino nigeriano di 24 anni, risultato irregolare sul territorio e con precedenti per spaccio, è stato condotto in caserma per gli approfondimenti del caso. Proprio qui ha dato in escandescenze.

La colluttazione

A seguito dei controlli di rito, i militari hanno accertato, oltre ai vari precedenti, come sull’uomo pendesse la notifica di foglio di via dal Comune di Venezia. Evidentemente non rispettata. In quel momento il delinquente ha dato il peggio di sé, aggredendo fisicamente tre uomini in divisa, con i quali è nata una vera e propria colluttazione. Il 24enne non ha risparmiato colpi, ferendo tutti i carabinieri, i quali hanno riportato contusioni, con prognosi tra i 3 e i 10 giorni.

L’arresto

Dopo essere riusciti a neutralizzare definitivamente il pregiudicato, agli uomini in divisa non è restato altro da fare che procedere con l’arresto dell’uomo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Attualmente si trova nel carcere lagunare di Santa Maria Maggiore, in attesta del processo per direttissima.

Leave a Reply

error: Content is protected !!