Massaggi hot nel palazzo dei nas: la scoperta a Napoli ed il video delle Iene

Un centro massaggi hot nel medesimo palazzo del comando dei carabinieri del Nas: è possibile? La risposta è affermativa e la scoperta è avvenuta a Napoli da parte di Alessandro Di Sarno, inviato della trasmissione Le Iene che ha voluto appurare in prima persona. Il giornalista si è così prima recato nel centro messaggi che si trova esattamente nella stessa moderna palazzina a Napoli, dove si trovano anche i Nas. Due mondi del tutto differenti e separati da appena qualche piano.

LEGGI ANCHE Marescialli sperequati, i Governi hanno fatto scelte scellerate dal 1995

Al terzo piano si trova il centro di “massaggi rilassanti” con “finalizzazione manuale”, un “luogo di prostituzione ed evasione fiscale”, dice Di Sarno. Spesso, centri come questo sono nascosti in anonimi appartamenti di anonime palazzine, difficili quindi da individuare. Ed è proprio il caso illustrato da Di Sarno che ha spiegato come a distanza di pochi piani lavorano i Carabinieri dei Nas che, tra i loro compiti, hanno proprio quello di individuare e chiudere centri dove avvengono queste cose. Le stesse ragazze che lavorano nel centro sono pienamente a conoscenza della presenza dei Carabinieri a pochi piani di distanza.

LEGGI ANCHE Maresciallo dell’Arma si toglie la vita sparandosi alla testa. Il Malessere inascoltato delle Forze di Polizia

Terminato il massaggio hot, dopo aver fatto la doccia e pagato 100 euro, Alessandro Di Sarno, nudo e in accappatoio si è recato dai Carabinieri: “Ho sbagliato porta!”, spiega. L’accoglienza però non sarà delle migliori. E quando comprende di aver sbagliato piano, sono gli stessi Carabinieri ad indicargli il piano giusto. Dunque, anche gli stessi militare sanno perfettamente che al piano di sotto c’è un centro massaggi “che sostanzialmente è un bordello”. Tuttavia, nonostante questo i carabinieri chiedono i documenti a Di Sarno, minacciandolo di arrestarlo direttamente. E sul centro massaggi? Nessun commento. “Le farei subito il TSO!”, commenta il comandante dei Nas. “Ero venuto dall’ufficio giusto per buttarla dalle scale e devo dire che sono ancora tentato”, prosegue il Carabiniere. Alla fine Di Sarno se la cava con una lavata di testa e dopo aver lasciato le sue generalità torna al piano di sotto, nel centro massaggi. E qui, con sua grande sorpresa, scopre che proprio dopo aver parlato con i Nas, gli stessi sono giù per fare un’ispezione. Clicca qui per vedere il video integrale

Redazione a cura di Emanuela Longo per il Sussidiario.net