MARONI: I VIGILI DEVONO DIVENTARE UNA FORZA DI POLIZIA A PIENO TITOLO

«Arrivare al riconoscimento dello status giuridico della polizia locale
come forza di polizia a tutti gli effetti»: è l’obiettivo annunciato lunedì dal
governatore lombardo Roberto Maroni nel suo intervento all’inaugurazione della
mostra «Quella divisa è macchiata di sangue», allestita all’Urban center di
Milano e dedicata alle «vittime del dovere».

Secondo l’ex ministro
dell’Interno, infatti, «è doveroso ricordare le vittime della polizia locale e
delle forze dell’ordine, uomini e donne che hanno sacrificato la loro vita per
la nostra sicurezza», ma «purtroppo la polizia locale, dal punto di vista
legislativo, è quasi considerata un corpo di serie B.

La cerimonia

«Noi non siamo d’accordo — ha spiegato Maroni, auspicando anche maggiore
integrazione tra i corpi di polizia — , in Regione abbiamo presentato una legge
e ne stiamo preparando un’altra per il Parlamento, con l’obiettivo di arrivare
al riconoscimento dello status giuridico della polizia locale come forza di
polizia a tutti gli effetti». All’iniziativa hanno partecipato i vertici dei
vigili milanesi e l’assessore comunale alla Sicurezza Marco Granelli.
L’esposizione itinerante (ha già fatto tappa, tra le altre città, a Roma e
Napoli) è stata ideata dai sindacati di polizia locale Ospol e Siapol e mette
in mostra foto e documenti sugli agenti morti in servizio. Arriva nel capoluogo
lombardo nell’anniversario della morte del vigile Nicolo’ Savarino, ucciso il
12 gennaio 2012 in via Varè. La commemorazione si è svolta nei giardini
pubblici di via Livigno, a lui dedicati. Alla cerimonia era presente, tra gli
altri, la vice sindaco Ada Lucia De Cesaris che ha sottolineato: «È importante
ribadire l’impegno costante e continuo della polizia locale ogni giorno nelle
piccole cose, per garantire la sicurezza dei cittadini».

FONTE