Marina Militare, nuovi mezzi in arrivo: i blindati anfibi

Il Contratto con Iveco Defence Vehicles

La Direzione armamenti terrestri ha recentemente stipulato un contratto con Iveco Defence Vehicles per la fornitura di 36 Veicoli blindati anfibi (Vba). Questi veicoli 8×8 sono in grado di operare su qualsiasi tipo di terreno, e possono essere lanciati e recuperati da una nave anfibia in mare aperto. Grazie al loro design, questi veicoli sono stati progettati per offrire mobilità, protezione e versatilità su qualsiasi ambiente terrestre. Con questa fornitura la Marina Militare potrà aumentare notevolmente le proprie capacità operative.

Le missioni dell’Esercito Italiano previste nel 2023

Caratteristiche del Veicolo Blindato Anfibio (VBA)

Il Vba è un veicolo 8×8 capace di operare su tutti i tipi di terreno ed in grado di essere lanciato e recuperato da una nave anfibia in mare aperto, offrendo al tempo stesso un’eccellente mobilità ed un’elevata protezione balistica, anti-mina e anti-Ied. Il motore Cursor 16 di Fpt da 700Hp, abbinato al cambio automatico a sette marce e alla driveline ad H derivata dalla Centauro e dal Vbm Freccia consentono al Vba di raggiungere 105 km/h su strada, mentre le due eliche situate nella parte posteriore, azionate da motori idraulici, garantiscono la navigazione oltre “mare stato 3” ed una velocità di 6 nodi. La piattaforma è dotata di torretta remotizzata Hitrole Light, di fornitura Leonardo, con arma calibro 12,7 mm e di sistemi C4 di ultima generazione. Il veicolo anfibio destinato alla Marina Militare si basa sul Superav 8×8, che è la piattaforma veicolare anfibia sulla quale è stato realizzato l’Acv, il veicolo anfibio per il Corpo dei Marines Usa, in partnership con Bae Systems.

Al costo di meno di un caffè al mese potrai leggere le nostre notizie senza gli spazi pubblicitari ed accedere a contenuti premium riservati agli abbonati – CLICCA QUI PER ABBONARTI

error: ll Contenuto è protetto