Marescialli Forze Armate: “la burocrazia blocca i gradi per anni ed equiordinamento con le Forze di Polizia”

Si torna a parlare di problemi non risolti dal riordino delle carriere. I marescialli del Co.Ce.R. Comparto Difesa hanno scritto una nota stampa sulle problematiche connesse al ruolo.

“Oggi la Direzione Generale del Personale Militare e il 1° Reparto Personale dello Stato Maggiore della Difesa hanno incontrato i delegati del Co.Ce.R. in merito all’annoso problema del riordino delle carriere.

Dal confronto è emersa la validità della proposta dei sottoscritti di “sburocratizzare” le procedure di avanzamento, nonché il riconoscimento di equi-ordinazione con le Forze di Polizia.

I Marescialli di Esercito, Marina e Aeronautica presenti ritengono che gli avanzamenti di grado non debbano essere bloccati, come attualmente avviene, per mesi ed anni a causa delle lungaggini burocratiche. Pertanto, si chiede al Vertice politico del Dicastero un incontro sull’argomento, tanto sentito dal personale rappresentato. Si è certi che da tale confronto si possano trovare soluzioni definitive in considerazione della sensibilità mostrata in ogni occasione dal Ministro della Difesa dottoressa Elisabetta Trenta nei confronti dei militari.”

 

Luogotenente Pasquale Fico Co.Ce.R. Esercito Italiano

Luogotenente Leonardo Nitti Co.Ce.R. Esercito Italiano

Luogotenente Salvatore Miccichè Co.Ce.R. Esercito Italiano

1° Luogotenente Antonio Ciavarelli Co.Ce.R. Marina Militare

1° Luogotenente Oreste Fania Co.Ce.R. Aeronautica Militare

1° Maresciallo Marco Cicala Co.Ce.R. Aeronautica Militare