Manifestante in lacrime: “Sono padre di famiglia e non lavoro, non puoi capire”. E il poliziotto lo conforta

Poliziotto conforta manifestante, accade a Roma, durante gli scontri sotto Montecitorio. I manifestanti, in gran parte ristoratori e commercianti, si erano riuniti per protestare. Mal digerite infatti le restrizioni che da 14 mesi coinvolgono il loro settore. Momenti di tensione, di scontri, di urla ma anche di conforto. Non soltanto bottiglie lanciate ma anche lacrime versate. 

Un manifestante infatti, preso dallo sconforto, inizia a piangere. Si tratta di un padre di famiglia, un ristoratore, che non riesce più a portare il pane a casa. Alla vista di quell’uomo un poliziotto gli si avvicina e lo consola.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!