Lavoro notturno: Il SINAFI chiede l’esenzione per i finanzieri che hanno 50 anni di età o 30 di servizio

Questa organizzazione sindacale, deputata per legge alla tutela dei diritti dei propri iscritti nell’ambito del rapporto di lavoro, con la presente rappresenta la necessità di prevedere, con normativa di diritto interno, una soglia anagrafica oltre la quale esentare – a domanda –  i militari dall’espletamento dei turni di servizio in ambito notturno.

Tale esigenza deriva dalla opportunità di consentire al personale con una rilevante anzianità anagrafica o di servizio di poter essere esentati, qualora lo richiedano e vi siano altre risorse umane più giovani nel reparto, dall’impiego in fascia oraria notturna, in ragione della condizione psico-fisica fisiologicamente connessa all’età e alla gravosa attività già espletata, nonché alla esperienza pluridecennale di servizio maturata che ne consentirebbe l’impiego in attività investigativa o di supporto nelle restanti fasce orarie.

A tal fine si ritiene che l’opportunità possa essere riconosciuta, a domanda, alla maturazione dei 50 anni di età o di 30 anni di servizio.

Nella certezza dell’importanza attribuita alla risorsa umana e dell’attenzione posta al benessere dei militari del Corpo, in attesa di un cortese riscontro alla presente, si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti.

Il Segretario Generale – Eliseo Taverna

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!