La replica del Comandante Alfa: “Ho giurato fedeltà alla Patria ed alle sue leggi. Nessun proposito eversivo”

La lettera del Comandante Alfa dei giorni scorsi ha sollevato non poche polemiche. A partire dall’Arma dei carabinieri che ha sottolineato di voler prendere “provvedimenti nei confronti del militare che è in quiescenza da tempo”. Ma anche la politica è intervenuta a tracciare una linea contro il poat del Comandante Alfa. Lo ha fatto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Le parole di Alfa sono “gravissime e inaudite. Le condanno con tutta la forza, pur se pronunciate da chi è in congedo da anni”. Le forze armate, ha aggiunto, “sono presidio a servizio del Paese e delle sue istituzioni democratiche. Come anche in questa emergenza stanno dimostrando”.

Leggi qui le dichiarazioni del Comandante Alfa

Oggi il Comandante Alfa in un nuovo post ha replicato alle accuse ricevute in questi giorni

“Leggo purtroppo molte interpretazioni malevole e fuorvianti del mio post di qualche giorno fa. Molti anni fa ho giurato fedeltà alla mia Patria e alle sue leggi e questo giuramento l’ho onorato quotidianamente nell’essere carabiniere, in difesa dell’Italia e della libertà di tutti, dentro e fuori dai confini nazionali. Nulla di più lontano da ogni proposito eversivo che qualcuno ha immaginato dietro le mie parole, evidentemente dimenticando o non conoscendo la mia storia personale. Questo rispondo a chi, in buona fede, mi ha criticato. A chi invece ha maliziosamente distorto il senso del mio scritto penserà l’avvocato Pier Luigi Collura a cui ho già conferito mandato.”

Leave a Reply