INDENNITA’ DI MARCIA: INTERVENTO RISOLUTIVO DEL SIAMO ESERCITO

Nel nostro precedente comunicato del 12 febbraio avevamo, primi tra tutti, messo in evidenza come dal mancato riconoscimento della quota esente sulle giornate di indennità di marcia fuori sede corrisposte nell’anno 2016, ne era scaturito un danno economico nei confronti dei diretti interessati, nocumento naturalmente più rilevante per chi, in tale periodo, aveva svolto numerose attività remunerate poi con la predetta indennità.

Il puntuale intervento del SIAMO Esercito e la chiara informazione ed assistenza fornita a tutti i propri iscritti hanno consentito, a ciascuno, di preservare il diritto di poter esigere l’intero credito spettante ed ha portato l’attenzione ai massimi vertici amministrativi di Forza Armata ed Interforze.

E’ infatti notizia di questi giorni, confermata da alcuni iscritti, che il Centro Nazionale Amministrativo Esercito (CNA EI) preso atto della situazione, con specifica comunicazione sul portale di assistenza, sta svolgendo approfondimenti e verifiche a cura del Vertice interforze e che le posizioni incongruenti saranno regolarizzate d’ufficio.

Sarà come sempre cura di questo sindacato monitorare la positiva e tempestiva definizione della pratica, dandone immediato riscontro a tutti gli iscritti e continuando  comunque a fornire la consueta assistenza verso chi avesse ancora necessità di supporto e chiarimenti.

IL DIRETTIVO NAZIONALE
S.I.A.M.O. Esercito

Commenti Facebook

Leave a Reply

error: Content is protected !!