Il Premier ha illuso i militari su contratto e riordino? “Presidente fatti, non parole!”

Oggi i delegati  del Cocer Comparto Difesa hanno chiesto al Presidente del Consiglio CONTE di dare seguito agli impegni presi durante l’incontro del 24/5/2019. (Clicca qui per leggere i dettagli dell’incontro)

“Nell’incontro del 24 maggio 2019 – si legge nel comunicato stampa del Cocer Difesa – il Presidente del Consiglio, prof. Giuseppe Conte, si e’ reso disponibile a trattare le principali problematiche particolarmente sentite dal personale militare. In particolare il rinnovo contrattuale 2019/2021, il provvedimento dei correttivi del riordino delle carriere d.lgs 94/2017 e la previdenza.

L’apertura di credito concessa dal Presidente del Consiglio ha confermato l’indirizzo espresso dal Ministro della Difesa ed ha generato legittime aspettative tra ii personale militare.

Tuttavia, ad oggi – prosegue la nota – non e’ stato palesato alcun provvedimento al riguardo,

È opportuno, pertanto, ricordare alle autorita’ di governo che la data ultima per l’apertura della concertazione e’ il 30 giugno p.v., ed il 30 settembre scadrà, invece, quella relativa alla chiusura dei correttivi al riordino.

Qualora non dovesse subentrare un intervento legislativo volto ad estenderne i termini, nonché un ulteriore e necessario finanziamento, si certificherebbe la totale disattenzione verso le donne e gli uomini del Comparto Difesa.

Presidente Conte,  i militari attendono che dalle parole si passi ai fatti!”