Il premier giapponese Kishida: “Rafforzeremo la nostra capacità navale e militare”

Il primo ministro del Giappone Fumio Kishida si è impegnato a rafforzare la capacità navale e militare del Paese, avvertendo che le nazioni devono prepararsi ad affrontare gli aggressori. “Dobbiamo prepararci ad un’era in cui gli attori emergono per disobbedire alle regole e usare la forza o le minacce per distruggere la pace e la sicurezza di altre nazioni”, ha detto Kishida Parlando oggi in occasione della revisione della flotta nazionale, Kishida, riferisce “Channel News Asia”, ha quindi condannato la guerra della Russia in Ucraina e ha denunciato il recente blitz di test missilistici della Corea del Nord, uno dei quali ha sorvolato il Giappone per la prima volta dal 2017 e ha provocato un raro avviso di evacuazione.

Le dichiarazioni di Kishida giungono mentre il suo governo sta preparando il piano sicurezza, il cui bilancio di difesa potrebbe essere raddoppiato di qui a cinque anni. Un cambiamento, osservano gli analisti, che rappresenterebbe un cambiamento epocale in Giappone, dove la costituzione pacifista limita la capacità militare. “Accelereremo discussioni realistiche su ciò che è necessario per difendere la nostra gente mantenendo tutte le opzioni sul tavolo”, ha detto il premier, per il quale “il miglioramento (della capacità navale del Giappone) non può aspettare, compresa la costruzione di nuove navi militari, il rafforzamento della nostra capacità di difesa missilistica e il miglioramento delle condizioni di lavoro e dei compensi per il nostro personale (militare)”. Senza nominare la Cina, Kishida ha infine osservato che “l’ambiente di sicurezza nazionale che circonda la nostra nazione sta diventando più complesso, compresi il Mar Cinese Orientale e il Mar Cinese Meridionale”.

error: ll Contenuto è protetto