“HA SALVATO 426 MIGRANTI DA MORTE SICURA” MEDAGLIA D’ARGENTO AL VALORE PER MARESCIALLO DELLA GUARDIA COSTIERA

Il Maresciallo della Guardia Costiera di Pescara, Luciano Sebastio, è stato decorato con la medaglia d’argento al valore di Marina, in occasione dei festeggiamenti per il 153° anniversario dell’istituzione del Corpo, avvenuta il 20 luglio 1865.

Durante la cerimonia che si è svolta a Roma presso il Comando Generale, il Sottufficiale, tarantino di nascita ma ormai pescarese di adozione, è stato decorato, nella solenne commemorazione, dal Presidente della Camera Roberto Fico, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Onorevole Danilo Toninelli e di altri importanti cariche militari ed istituzionali.

Tale prestigioso riconoscimento gli è stato tributato  per aver partecipato, in qualità di Comandante della Motovedetta CP 292, alla missione internazionale Frontex Poseidon Rapid Intervention 2016, nelle acque dell’Egeo orientale tra le coste della Grecia e quelle della Turchia. Nel periodo di impiego internazionale sono state effettuate numerose missioni di soccorso, spesso in ore notturne e in condizioni ambientali e meteo avverse, salvando da sicura morte 426 migranti tra uomini donne e bambini.

Il Maresciallo Sebastio, attualmente impiegato della motovedetta di ricerca e soccorso CP 828 della Capitaneria di Porto di Pescara, ha voluto ringraziare per l’onorificenza attribuitigli i vertici del Comando Generale e quelli della Direzione Marittima di Pescara ma in particolar modo la sua famiglia e tutto l’equipaggio (Massimiliano DEL VINACCIO, Salvatore COLANGELO, Pasquale MENGA, Marco GRECO, Luca TAGLIENTE, Vito CASAMASSIMA, Fabio SPRECACENERE ed Alessandro ESPOSITO), che con la loro profonda abnegazione al servizio ed il costante sacrificio durante ogni missione di soccorso, svolta senza risparmio di tempo e fatica, hanno contribuito in modo fondamentale alla riuscita dell’operazione e quindi al conseguente tributo del riconoscimento.

Per il Direttore Marittimo Capitando di Vascello Donato De Carolis, anch’egli presente alla cerimonia di Roma, unitamente ai Direttori Marittimi di tutta la penisola “l’attribuzione di queste così importanti onorificenze è la testimonianza tangibile ed un riconoscimento per quanto la Guardia Costiera, attraverso l’impegno dei suoi uomini e delle sue donne, fa ogni giorno per la salvaguardia della vita umana in mare ma anche un motivo di particolare orgoglio per i miei uomini che hanno saputo dare lustro a Pescara ed all’uniforme che indossano.”

Anche il Ministro Toninelli, da cui la Guardia Costiera dipende per le sue funzioni,  ha concluso il suo discorso a Roma con un caloroso ringraziamento: “Un grazie di cuore per la tutela del nostro mare e delle nostre coste. Ma anche per la grande professionalità e umanità al servizio della vita degli altri”.