F-18 spagnoli intervenuti 4 volte per scortare aerei russi fuori da frontiere Baltico

Dal 12 maggio scorso i militari spagnoli che ora guidano la missione di Pattugliamento aereo nel Baltico della Nato sono dovuti intervenire quattro volte per scortare degli aerei russi che avevano invaso lo spazio aereo al confine con Lettonia, Estonia e Lituania. Questa missione e’ attiva dal 2004, quando le tre ex repubbliche dell’Unione sovietica sono entrate a far parte della Nato e le operazioni si sono intensificate sulla scia della crisi russo-ucraina degli ultimi anni.

Secondo quanto riferisce “El Mundo”, che ha consultato diverse fonti ufficiali dell’Aeronautica militare spagnola e dell’Onu, il primo sconfinamento e’ avvenuto quando un aereo Tupolev 134, partito dalla citta’ russa di Kaliningrad e’ entrato nello spazio aereo lituano. Gli aerei da combattimento F-18 spagnoli, dopo aver intercettato il velivolo (operazione chiamata nel gergo militare “scramble”) lo hanno scortato fuori dalla zona proibita. Nel secondo caso, sono stati espulsi due caccia Sukhoi-30, nel terzo un altro aereo Tupolev Tu-134 e infine un bimotore da trasporto Antonov An-24.

Le fonti della Nato hanno riferito a “El Mundo” che tutte queste operazioni sono condotte in modo “molto professionale” dalle squadre internazionali che compongono la polizia aerea dimostrando di riuscire a “salvaguardare lo spazio aereo alleato 24 ore su 24, sette giorni su sette”.

Leave a Reply

error: Content is protected !!