Dentro il “Mostro del Mar Caspio”, l’aereo sovietico spento per sempre 30 anni fa

Per molti è uno dei velivoli più affascinanti mai costruiti, anche se tecnicamente questo l’ Ekranoplan “classe Lun”, l’unico modello mai prodotto, viene considerato un ibrido a metà tra un aereo e una nave . L’Ekranoplan, a lungo in servizio durante la Guerra Fredda, e soprannominato “il mostro del Mar Caspio” per il suo dispiegamento nello specchio d’acqua che si trova tra la Russia e l’Iran, poteva volare a pelo d’acqua sfruttando quello che in aeronautica è conosciuto come “effetto suolo”.

Questo mastodontico aereo raggiungere del peso di 380 tonnellate, in grado di i 550 km/h, è stato abbandonato dopo il crollo dell’Unione Sovietica negli anni 90 ed è rimasto nella base navale di Kaspiysk prima di essere trasportato, solo due anni fa, su un tratto di costa a circa 100 km da Derbent, dove nelle intenzioni del governo dovrebbe diventare la principale attrazione di un parco a tema in cui si potranno guardare da altri macchinari bellici sovietici.

La fotoreporter  Lana Sator ha  fatto il viaggio a Derbent e ha scattato alcuni scatti davvero fantastici dell’impressionante ali di classe  Lun  nell’aereo a effetto suolo (WIG) (compresi alcuni viaggi piuttosto interessanti dell’abitacolo e degli interni).

Video Reuters

Commenti Facebook
error: Content is protected !!