Coronavirus, muore poliziotta 52enne: era voce femminile del 113

Una 52enne poliziotta della Questura di Caserta è deceduta ieri, mercoledì 18 marzo, dopo dieci giorni di ricovero nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del capoluogo. E’ il primo deceduto per coronavirus della città, dove finora in totale si sono registrati 3 contagi. La donna non svolgeva compiti operativi in strada e non era a contatto col pubblico: era la voce femminile del 113 di Caserta, l’unica donna nella sala radio. Sposata, aveva una figlia. In seguito al ricovero era scattato l’allarme e in via preventiva i colleghi di lavoro erano stati messi in quarantena, così come le persone che avevano avuto stretti contatti con lei negli ultimi giorni.

 

Dal sindaco è arrivato quindi un appello: “Questo sia per noi un esempio, aumenteremo il rigore nei confronti di tutti, non voglio più morti nella nostra città, non voglio più persone che perdono la vita così. Una donna giovane ci ha lasciato e speriamo che il suo segnale sia di aiuto a tutti. Non correte, non andate nei negozi, uscite soltanto per motivi di lavoro o di salute. Domani è il 19 marzo, la festa del papà, festeggiate in famiglia ma non vi muovete da casa, non pensate alle feste”.

“Io vi chiedo di pensare un minuto a questa donna, che ricordi a tutti noi lo sforzo di restare a casa per il bene della comunità”, ha concluso il sindaco.

Leave a Reply