Contratto, ecco i benefici economici e normativi per il personale dell’Arma (da Carabiniere a Capitano)

Il 23 dicembre 2021, presso il Dipartimento della Funzione Pubblica, alla presenza dei Ministri competenti, delle Amministrazioni interessate e dei rispettivi Co.Ce.R./Organizzazioni Sindacali sono stati sottoscritti l’accordo sindacale e i provvedimenti di concertazione per il personale non dirigente del Comparto Difesa-Sicurezza per il triennio 2019 / 2021.

Le risorse stanziate per l’esigenza sono state destinate per l’incremento del trattamento economico fondamentale (stipendio e indennità mensile pensionabile), per la rivalutazione della misura oraria dello straordinario, per l’adeguamento del trattamento economico accessorio e per l’istituzione di nuove indennità finalizzate a valorizzare la peculiarità dell’impiego derivante dalla specificità riconosciuta al personale del Comparto.

L’intervento, nel suo complesso, comporterà per il personale contrattualizzato dell’Arma (da Carabiniere a Capitano) i benefici economici e normativi riepilogati nella scheda di sintesi in allegato.

Tra gli aspetti di principale interesse, si segnalano:

– l’istituzione dell’indennità per l’attività di controllo del territorio in orario serale e notturno;

– l’introduzione di misure a sostegno della famiglia (tra cui la licenza solidale e quella per i neo-padri).

I lavori di concertazione hanno altresì consentito di ottenere l’inserimento nella legge di bilancio (in approvazione in questi giorni) di ulteriori misure che valorizzano la specificità del Comparto, tra le quali si evidenziano:

– l’istituzione di un fondo per interventi perequativi di natura previdenziale;

– lo stanziamento di risorse per la tutela legale.

SCHEDA DI SINTESI CONCERTAZIONE 2019-2021

1. ISTITUTI ECONOMICI FISSI

– stipendio paretmle incremento dal 1° :

2019 punto parametrale da € 178,05 (ultimo contratto) a € 179,30;

2020 punto parametrale a € 179,50;

2021 punto parametrale a€ 183,15;

– indennità mensile pensionabile, incremento 7,44 % dal 1° febbraio 2021;

– assegno di funzione per gradi apicali, incremento + 12 €/anno;

– una tantum pari a cpl. 384,75€ (importo unitario).

2. ISTITUTI ECONOMICI ACCESSORI

– lavoro straordinario, incremento delle tariffe +2,86%;

– FESI ( +367.793€ a decorrere dal 2022);

– CFI, adeguamento tariffe giornaliere (+2€ feriale e+4€ festiva) e incremento del finanziamento (per l’Arma, +0,5M € annui);

– trattamento di missione, allineamento del valore del rimborso pasto a quello dei dirigenti ( da € 22,26 a € 30,55) e aumento dell’ind. giornaliera (da € 20,45 a € 24), con l’effetto indotto sull’indennità di trasferimento che passa da € 613,5 a€ 720 al mese;

– orario di lavoro [indennità di compensazione], incremento da € 8 a € 12;

– indennità di rischio, adeguamenti degli importi giornalieri;

– indennità di controllo del territorio (serale € 5 e notturno € 10);

3. ISTITUTI GIURIDICI

licenza e riposo solidale;

– trattamento economico di trasferimento (deposito mobili, rimborso € 1.000 max 3 mesi);

– tutela della genitoriali (licenza straordinaria per i neo-padri, orario flessibile per genitori di minori affetti da DSA e adeguamento della disciplina del congedo parentale);

– licenza straordinaria per donne vittime di violenza di genere;

– licenza per aggiornamento scientifico dei militari obbligatoriamente iscritti ad albi professionali.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!