BLITZ CONTRO SPACCIO. OLTRE 50 ARRESTI, ANCHE UN CARABINIERE DELL’ANTIDROGA

Colpo alla camorra da parte del Comando provinciale dei carabinieri. Eseguiti oltre 50 provvedimenti cautelari emessi dal Gip di Napoli su richiesta della Dda. Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico internazionale e allo spaccio di stupefacenti, intestazione fittizia di beni, impiego di denaro di provenienza illecita e riciclaggio, tutti reati aggravati

ANCHE UN CARABINIERE IN MANETTE

C’è anche un brigadiere dei carabinieri della sezione antidroga di Castello di Cisterna, tra i 50 destinatari di misure cautelari. Figura centrale dell’inchiesta un broker napoletano, Bruno Carbone, che dall’Olanda, con contatti diretti con i cartelli colombiani, ‘importava’ cocaina, e riforniva varie cosche nella zona di Marano e nella zona di Caivano in ambienti dei Nuvoletta, dei Polverino e dei Ciccarelli. Un giro da 18 milioni di euro l’anno.

Il brigadiere deve rispondere di associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga e ha avvisato il gruppo anche delle indagini in corso.