Blatte nel cibo dei carabinieri impiegati ai seggi. Nsc: “Salute dei militari non è un optional”

“Menù della cena arricchito: sgomento e meraviglia per un carabiniere in servizio ad Aversa. Non sempre le notizie propinate dai media devono essere prese alla lettera, sarà vero che l’aumento demografico porterà l’umanitá a nutrirsi di nuovi alimenti ma anticiparne i tempi è paradossale. Eppure non è uno scherzo perché nel 2022  pare che sia accaduto  che la società di catering responsabile della fornitura pasti ai carabinieri di Aversa ha servito – per  motivi che  meritano accertamenti  approfonditi da parte della stessa ditta  – ad un carabiniere in servizio, una cena con “aggiunta” di blatte.” E’ quanto denuncia in una nota diffusa il Nuovo Sindacato Carabinieri.
Una notizia che ha scosso non poco gli animi e difatti, da quanto ci viene raccontato, immediate sono state le azioni da parte della compagnia cc di Aversa, salvo poi, vedersi consegnare il giorno  successivo, i pasti dalla stessa ditta senza che sia avvenuto, per quanto ci consti, un controllo da parte dei N.A.S. o l’Ufficio Igiene Ausl mirato a capire come sia potuta avvenire questa contaminazione.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!