Assegno unico e universale, come richiederlo? La nota esplicativa dell’Arma dei carabinieri

Il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri Centro Nazionale Amministrativo ha diramato una nota informativa sull’istituzione dell’assegno unico e universale per i figli a carico.

Assegno unico e universale per figli a carico da gennaio: come richiederlo, quanto spetta e a chi è rivolto

Le relative disposizioni applicative sono contenute nella circolare consultabile sul portale “Leonardo” (Leo CNA/TEA/Istituzione assegno unico universale), laddove è evidenziato, tra l’altro, che con cedolino stipendiale di marzo 2022:

– cesserà la erogazione dell’assegno per il nucleo familiare con figli, attualmente in godimento, e il riconoscimento delle detrazioni per i figli a carico di età inferiore a 21 anni (benefici ricompresi nell’AUU erogato dall’INPS);

– continueranno a essere applicate le detrazioni per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni e per il coniuge a carico;

– sospenderà le detrazioni per altri familiari a carico, previste dall’art. 433 Codice Civile, per le quali dovranno essere presentate apposite istanze, attraverso il servizio on-line del CNA.

– aggiornerà le aliquote IRPEF e le detrazioni, previste dall’art. 1 co. 2 e 3 della L. 234 del 30 dicembre 2021 (Legge di bilancio 2022-2024).

Pertanto, il personale avente diritto all’AUU dovrà formulare apposita richiesta direttamente all’INPS:

– accedendo dal sito web;

– contattando il numero verde dell’Istituto 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile, con la tariffa applicata dal gestore telefonico);

– tramite enti di patronato;

l’assegno sarà riconosciuto a decorrere dal mese di marzo, se la domanda è presentata entro il 30 giugno dell’anno di riferimento. 

Commenti Facebook
error: Content is protected !!