ARMA IMBIZZARRITA: I CARABINIERI PREOCCUPATI PER I RITARDI NELLA NOMINA DEL SOSTITUTO DI DEL SETTE. L’ATTUALE COMANDANTE FA IL TIFO PER IL VICE, COPPOLA

Aumenta la tensione dentro i Carabinieri. E non tanto perché un ex Comandante viene candidato da Berlusconi, quanto perché il governo ancora non ha indicato il successore di Tullio del Sette; vale a dire, l’uomo che ha sostituito proprio Gallitelli.

L’attuale comandante generale scade il 15 gennaio e con il passare dei giorni aumenta l’ansia in Viale Romania. A determinare lo slittamento nella scelta (tanto per fare un esempio, il comandante della Guardia di Finanza è stato prorogato ben prima della scadenza), il sordo movimento messo in atto dai generali di brigata e di divisione dell’Arma.

VINCENZO COPPOLAVINCENZO COPPOLA

Del Sette non fa mistero che gradirebbe che a sostituirlo fosse il suo vice, gen. Vincenzo Coppola. Ma proprio i generali ad una ed a due stelle sono certi che l’onore della Benemerita possa risorgere solo nominando quale proprio Comandante il generale Luigi Robusto.

GENERALE DEI CARABINIERI LUIGI ROBUSTOGENERALE DEI CARABINIERI LUIGI ROBUSTO

La voce degli alti ufficiali è arrivata all’orecchio di Mattarella che, guarda caso, ha chiesto informazioni proprio su questo ex alunno della Nunziatella che ora comanda i carabinieri di Sicilia e Calabria. (Dagospia)