Alfa Romeo Tonale indossa la divisa della Polizia di Stato

Dopo l’Arma dei Carabinieri anche la Polizia di Stato ha scelto Alfa Romeo Tonale, rinnovando il sodalizio col brand di Arese iniziato nel 1952 con la 1900 Super. Il dipartimento della Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, il 4 agosto ha ordinato per la Polizia di Stato ben 616 esemplari del nuovo Suv italiano attraverso Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione che ha stipulato la convenzione dopo la gara d’appalto. Il parco auto della Polizia si prepara ad accogliere la versione di Tonale equipaggiata con motore benzina mild-hybrid da 160 Cv, abbinato al cambio a doppia frizione a sette rapporti, in allestimento Tutela del territorio pesante. La stessa versione ordinata in 360 esemplari dai Carabinieri il 7 ottobre, al netto dell’allestimento differente per le specifiche di utilizzo. Le Alfa Romeo Tonale della Polizia dovrebbero cominciare a vedersi sulle strade nel corso del 2023. 

 

La Tonale della Polizia è spinta dal motore 1.5 Hybrid a ciclo Miller dotato di turbo a geometria variabile,  affiancato da un motore elettrico da 15 kW, per 160 cavalli a 5.750 giri e 240 Nm a 1.500 giri di coppia massima. Il cambio è a doppia frizione e sette rapporti. Moderno e tecnologico l’abitacolo, curato e studiato per offrire il massimo comfort a guidatore e passeggeri. Il quadro strumenti fa affidamento su un display da 12,3″ personalizzabile in ogni singolo dettaglio. Al centro della plancia troneggia uno schermo touch da 10,3” basato sul sistema operativo Android, compatibile con gli aggiornamenti over the air. In configurazione standard, il bagagliaio ha una capacità compresa fra i 500 e i 1.550 litri. Dotata di serie di una serie di dispositivi che garantiscono guida autonoma di livello 2, ovviamente verrà accessoriata con il sistema di lampeggianti in uso alle Forze dell’Ordine, oltre ai sistemi di protezione balistica previsti per legge. 

error: ll Contenuto è protetto