Arriva l’Alfa Romeo Tonale dei Carabinieri

E’ ufficiale: l’Alfa Romeo Tonale entrerà a far parte del parco auto dei Carabinieri, affiancandosi alle già presenti Giulia e Stelvio. Questo rapporto tra le vetture del Biscione e l’Arma, iniziato nel 1962 con la prima Giulia, continua fino ai giorni nostri. La versione scelta dai Carabinieri è quella mossa dal motore 1.5 mild hybrid da 160 CV e trazione anteriore, allestita secondo le specifiche RMB (Nuclei Radiomobili di Comandi Provinciali). La commessa prevede la consegna di 360 Alfa Romeo Tonale al costo unitario di 68.652 euro IVA esclusa, per un totale di poco più di 30 milioni di euro, comprensivo di assistenza 6 anni o 150 mila chilometri. Saranno presenti dei lampeggianti bianchi e blu sul tetto dell’auto e diverse modifiche alla carrozzeria.

LEGGI ANCHE Una curiosità, poco conosciuta, sulle gazzelle dei carabinieri

LEGGI ANCHE Perché le auto dei carabinieri si chiamano gazzelle?

Come si può vedere nella foto, abbiamo immaginato l’aspetto dell’Alfa Romeo Tonale dei Carabinieri. Non si vede l’abitacolo, ma sarà montato con vari sistemi di comunicazione, vani per riporre armi e palette e così via. Ci saranno anche modifiche meccaniche comuni alle altre auto dei Carabinieri, come con parabrezza, cristalli e portiere blindate con specifiche di livello B4, serbatoio carburante con protezione antiscoppio, cellula unipersonale per il trasporto del detenuto, radio in posizione centrale e sistema di amplificazione e diffusione esterno alla vettura.

error: ll Contenuto è protetto