UNARMA: RIGETTATO 70% DOMANDE TRASFERIMENTO. FATTO GRAVISSIMO

“Si prospetta un autunno particolarmente caldo per i diritti dei militari dell’Arma” scrive in una nota il Segretario Generale del Sindacato dei Carabinieri Unarma Antonio Nicolosi. “Urge, in particolare, una modifica dell’art. 328 del regolamento generale dell’Arma circa le domande di TRASFERIMENTO motivate per gravi motivi nonché per il ricongiungimento familiare dei coniugi carabinieri.

Il 70% di queste ultime richieste (anche regionali)” spiega Nicolosi “viene rigettato. Troviamo inaccettabile questa percentuale e ancora più inaccettabile è che una famiglia non si possa ricongiungere. Chiediamo a tal proposito che il ricongiungimento sia automatico senza la necessità di una istruttoria di merito, ma con la presentazione del solo atto di matrimonio/convivenza.

L’atto di matrimonio/convivenza dovrebbe poter bastare per garantire il riconoscimento di questo diritto ai militari. Chiediamo altresì una moratoria per i colleghi forestali alla norma 393 del regolamento generale quando concorrono al grado superiore in quanto, all’atto dell’immissione all’interno del corpo forestale dello Stato, detta norma non li riguardava. Si deve, infine, correggere la logica dello scavalco sugli avanzamenti di grado. Urge una semplificazione che renda sufficienti le dichiarazioni degli scavalcati, così come avviene per gli alloggi di servizio. Chiediamo” conclude Nicolosi “procedure più semplici che ci permettano di esercitare i nostri diritti, che si adattino alle necessità dell’uomo, non del numero”.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!