TRENTA REINTEGRA CAPORALE ARRESTATO PER ERRORE. “UN VERO PAESE NON LASCIA MAI SOLI I SUOI MILITARI!”

Fu arrestato per errore e coinvolto in una inchiesta su traffico di sostanze stupefacenti : oggi il militare Francesco Raiola è stato reintegrato nell’Esercito dopo un calvario durato sette anni. Il militare è tornato in servizio presso l’82esimo Reggimento Fanteria «Torino» di Barletta, lì dove la sua esperienza si era interrotta nel 2011 a causa di un arresto poi rivelatosi ingiusto. L’allora 30enne, infatti, rimase coinvolto in un’inchiesta della Procura di Torre Annunziata per traffico di sostanze stupefacenti. Accuse che gli costarono il carcere a Santa Maria Capua Vetere, cinque mesi di domiciliari e soprattutto la fine della carriera militare.

Ieri al Ministero della Difesa, il Ministro Elisabetta Trenta ha incontrato il Francesco Raiola.

“Ho accolto con grande piacere Francesco Raiola – ha commentato il Ministro – In molti di voi conosceranno la sua storia: costretto a vivere un calvario per sette anni dopo essere stato coinvolto per errore in un’inchiesta giudiziaria. Nei giorni scorsi, dopo tanta fatica, è stato reintegrato nell’Esercito ed oggi l’ho ricevuto per esprimergli personalmente tutta la mia soddisfazione. 
Nei suoi occhi ho visto un amore e una lealtà verso le Forze Armate che deve essere di esempio. Francesco non ha mai mollato, anzi, ci ha creduto fino alla fine e questo gli fa onore. Gli mando un altro abbraccio, anche al papà, che oggi era presente e che lo ha supportato nei momenti più difficili. Un vero Paese – ha concluso il Ministro -non lascia mai soli i suoi militari!

Francesco Raiola ha così risposto sui social: “Gentilissima Ministro Elisabetta Trenta, la ringrazio infinitamente di averci accolto questa mattina, per noi è stato un immenso ONORE. Non nascondo che dopo questo lunghissimo calvario ricevere questa bellissima accoglienza da lei mi rida’ la mia totale dignità persa 7 anni fa. Colgo l’occasione per mettere in evidenza la vostra magnifica persona umile e semplice. Grazie ancora infinitamente da me e tutta la mia famiglia.”