SQUILIBRATO INCENDIA AUTO DEI CARABINIERI IN PIENO GIORNO

Intorno alle 10,40 di oggi un uomo ha preso una
bottiglia di alcol lanciandola contro una gazzella dei carabinieri in transito
davanti al Banco di Sicilia, nella centralissima piazza Italia di Scicli. 

L’auto è andata a fuoco. L’uomo è stato arrestato dagli stessi carabinieri
operanti sul posto. Si tratta di Gianluca Agolino, 39 anni, psicolabile,
residente a Sampieri, già noto alle forze dell’ordine. Resta da capire se lo stesso sia l’autore degli
incendi ai due bancomat, uno delle poste, uno della banca San Paolo, siti in
corso Mazzini. 
I fatti
Gulino aveva con se una bottiglia di alcol. Ha
fermato la Fiat Stilo a bordo della quale erano in servizio due carabinieri, in
transito lungo il perimetro di piazza Italia.
Quando l’auto si è fermata e i militari hanno
abbassato il vetro del finestrino convinti di dover fornire una qualche
informazione all’interlocutore, questi ha lanciato contro l’auto la bottiglia
incendiaria.
Se l’avesse scagliata dentro l’abitacolo avrebbe
potuto ferire gravemente i due militari. In passato Gulino si è reso protagonista di un altro
episodio incendiario, ai danni di parenti, a Sampieri. 

La
commissione solidale 

La Commissione Straordinaria del Comune di Scicli
esprime la propria solidarietà all’Arma dei Carabinieri dopo l’odierno gesto
incendiario a danno di una vettura, in servizio nel centro storico della città.
Nel manifestare il proprio apprezzamento per l’attività di presidio del
territorio svolta dall’Arma, i Commissari hanno espresso personalmente la
propria vicinanza nei confronti dei due militari destinatari dell’episodio.