Sparatoria La Spezia: la vittima non è un militare della Marina, sottufficiale dell’Aeronautica il presunto omicida

Un morto in una sparatoria in piazza a La Spezia. La vittima è Enzo Daprile, 56 anni, titolare di un ristorante a Cadimare. Secondo le prime informazioni, il movente sarebbe di tipo passionale.

Ad aprire il fuoco sarebbe stato un militare: “Sappiamo chi è stato”, aveva detto il questore della città, Francesco Di Ruberto poco dopo l’omicidio. Ferito da colpi di pistola, il pregiudicato è deceduto poco dopo: inutili i tentativi di rianimarlo da parte del personale del 118.

L’omicidio è avvenuto in piazzale Ferro, a poca distanza dalla stazione ferroviaria, intorno alle 13. Sul posto è intervenuta la polizia, chiamata da alcuni passanti allarmati dagli spari. Secondo le prime ricostruzioni, il pregiudicato di 50 anni era per strada con i figli, una ragazza e un ragazzo, quando è stato investito da un’auto. Dalla vettura è poi sceso un uomo che ha estratto la pistola e ha esploso un colpo contro il pregiudicato a terra. L’assalitore armato è poi riuscito a fuggire in auto.

Sulla base delle testimonianze raccolte subito dopo l’agguato la polizia è riuscita però a rintracciare il presunto omicida, si tratterebbe di un sottufficiale dell’Aeronautica F.R. che è stato portato in questura per l’interrogatorio.