SPARATORIA ED INSEGUIMENTO, I RAPINATORI SONO DUE CARABINIERI. UN MORTO E 9 FERITI

Una rapina finita male. Una sparatoria e un inseguimento. Scia di paura e di sangue nel napoletano. E una svolta inquietante: i malviventi sono due carabinieri.  Ci sono almeno nove feriti – di cui quattro in prognosi riservata – in un conflitto a fuoco e un incidente, durante la fuga, dopo l’irruzione a mano armata in un supermercato in via delle Querce a Ottaviano, in provincia di Napoli. E’ morto il figlio del titolare del supermercato, Pasquale Prisco di 28 anni. 

Il titolare  con il fratello e un dipendente, dopo la tentata rapina ha inseguito e speronato i malviventi. In serata svolta nelle indagini: i rapinatori sono due carabinieri fuori servizio. Secondo quanto si è appreso, intorno alle 13.30 è scattato l’allarme in un supermercato della catena “Etè” e i banditi per guadagnarsi la fuga hanno sparato dei colpi di pistola. I due carabinieri in congedo, uno originario di Cercola (Napoli) e l’altro di Chioggia (Venezia),  sono feriti e si trovano piantonati in ospedale. Nei loro riguardi, al momento del fermo, ieri sera, erano stati ipotizzati i reati di rapina aggravata e tentativo di omicidio plurimo, ma nella notte, dopo la morte di Pasquale Prisco, 28 anni, ferito nella sparatoria, è ipotizzabile che si aggiungerà anche il reato di omicidio. Ad arrestarli sono stati i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli.
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!