Sindaco di Padova: “Se mancano i balordi forze dell’ordine perdono il posto”. L’ira dei poliziotti

gomento tra gli appartenenti dell’Fsp, il sindacato di Polizia di Padova, che attacca il sindaco Sergio Giordani. Di seguito pubblichiamo il comunicato stampa. «In occasione dell’abbattimento dell’ultima palazzina di via Anelli avvenuto ieri a Padova, apprendiamo dalle parole del Sindaco Sergio Giordani rilasciate all’emittente locale Telenuovo che la città patavina viene descritta come una sorta di isola felice e sicura dove le parole degrado e criminalità non dovrebbero essere neppure  pronunciate ‘a meno che non si tratti di  qualcuno  senza vergogna o che per non essere di Padova  non conosca la città’- dichiara testualmente il Sindaco».



Perplessità

«Quanto dichiarato da Giordani ci lascia sinceramente perplessi, in quanto nella stessa intervista è passato dal definire Padova “una città bella sicura e tranquilla di cui è soddisfatto” e dire che “i rari episodi di disordine e criminalità capiterebbero a suo avviso per colpa di qualche balordo con l’esigenza di garantire il posto di lavoro a polizia, carabinieri e Questura. Una posizione quantomeno contraddittoria e a nostro avviso spiacevole. Specifichiamo, innanzitutto, che la Questura  in ogni provincia dove è presente si configura come la casa della polizia e che quindi non è una forza di polizia diversa ed ulteriore rispetto a quelle da lui citate. Conveniamo sul fatto che Padova  sia bellissima e che tutte le forze di polizia facciano quotidianamente grandissimi sforzi per garantire al meglio la sicurezza cittadina, ma quello che più ci preme precisare però è che la polizia non si configura solo come organismo di prevenzione o repressione di reati ma svolge anche altissimi compiti sociali e di sicura vicinanza alla popolazione che su di lei può’ contare sempre e comunque. Confidiamo pertanto che di questi compiti di cui il primo cittadino  non pare abbia parlato si vorrà tener conto in un eventuale ottica di “tagli “legati alla  asserita mancanza di criminalità nella nostra provincia. Come sindacato di polizia ci sentiamo invero indignati  da tali parole, a meno che confidiamo non si sia trattato di ironiche espressioni in libertà». Segretario regionale vicario Maurizio Ferrara

Leave a Reply

error: Content is protected !!