Si intrecciano i paracadute, due morti al Campovolo: uno è un caporal maggiore della Folgore

Tragedia al Campovolo di Reggio Emilia. Due paracadutisti sono morti durante un lancio: uno di loro è di Viareggio, Gabriele Grossi, 35 anni, originario di Pietrasanta e caporalmaggiore dei paracadutisti della Brigata Folgore. L’altra vittima si chiama Fabrizio Del Giudice, torinese di 54 anni residente a Milano, sposato e padre di una figlia. Entrambi erano paracadutisti esperti, Del Giudice era un istruttore. Su Facebook il fratello di Gabriele Grossi scrive: “Te ne sei andato facendo quello che amavi, adesso insegna agli angeli a volare. Riposa in pace Fratellone”.

LA DINAMICA

Secondo una prima ricostruzione, si sarebbero scontrati in volo a 100 metri di altezza poco prima di atterrare. Per loro purtroppo non c’è stato niente da fare. Fatale l’impatto al suolo in quell’area che pochi giorni fa aveva vissuto una grande festa con il concerto di Ligabue. Sul posto la polizia di Stato per tutti gli accertamenti.

“Alle 10.15 circa, in occasione di un tentativo di record patrocinato dall’Aeroclub di Pisa, con 32 paracadutisti e due videoman, nella fase finale di atterraggio, a circa 50 metri dal suolo, due espertissimi paracadutisti con migliaia di lanci all’attivo ed entrambi istruttori venivano in collisione. La quota estremamente bassa e la violenza dell’impatto precludevano ogni tentativo di risolvere l’avvitamento delle due vele e i due precipitavano al suolo”, si legge in una nota degli organizzatori.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!